Fregola sarda risottata alla zucca

FREGOLA SARDA RISOTTATA ALLA ZUCCA

Gli amanti del cous cous (come la sottoscritta) non possono non amare anche la fregola (o fregula o freula), una pasta di semola, che ricorda il cous cous per l’appunto, tipica del territorio sardo. La fregola viene preparata, in modo artigianale, utilizzando un piatto largo e fondo dove viene impastata con acqua tiepida e salata e creata con un sapiente movimento circolare delle mani (una sorta di fregamento) fino ad ottenere i tipici granelli (che poi vengono messi ad asciugare su di un telo e tostati in forno). La ricetta classica la vuole preparata con un buon sugo di pesce che siano frutti di mare, vongole, calamari o bottarga…tutto va bene. Io ho preparato, oggi, una fregola risottata alla zucca…divina! Non avevo i funghi, altrimenti li avrei aggiunti in cottura. Purtroppo non è molto semplice trovare la fregola, per questo, quando la scovo nei mercatini alimentari che propongono prodotti regionali, finisco sempre con il farne una grande scorta! La cuocio come se fosse un risotto e vi assicuro che ha una consistenza ed un sapore unici.

Ingredienti

  • 250 gr di fregola sarda
  • 450 gr di zucca
  • 1 porro
  • noce moscata q.b.
  • mezzo cucchiaino di cannella
  • foglie di timo q.b.
  • 3 cucchiai di olio evo
  • brodo vegetale q.b.
  • 1 rametto di rosmarino
  • 3 foglie di salvia
  • vino bianco q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • parmigiano reggiano grattugiato (facoltativo)

Preparazione

  1. Mettete a preparare un po’ di brodo vegetale con sedano, carota e cipolla e quando l’acqua avrà raggiunto il bollore, salate.
  2. Nel frattempo pulite il porro, tagliatelo a rondelle sottili e fatelo soffriggere nell’olio, in una padella capiente dai bordi alti, per 4/5 minuti circa, aggiungendo il rametto di rosmarino, la salvia, una spolverata di noce moscata, la cannella ed un po’ di timo.
  3. Pulite la zucca, tagliatela in piccoli pezzi e aggiungetela al porro; amalgamate le verdure e fate insaporire.
  4. Aggiungete la fregola e sfumate con un po’ di vino bianco.
  5. Quando la parte alcolica sarà evaporata portate a cottura la fregola aggiungendo, poco alla volta, il brodo caldo.
  6. Se gradite, una volta raggiunta la cottura, mantecate con un po’ di parmigiano reggiano grattugiato.
  7. Prima di servite, togliete il rosmarino e le foglie di salvia e guarnite il piatto con una macinata di pepe e foglie di timo fresco.
 

ISCRIVITI AL BLOG E RICEVI LA NEWSLETTER CON LE NUOVE RICETTE PUBBLICATE !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*