213: UNA PIACEVOLE SERATA INASPETTATA

Le serate improvvisate alla fine sono le più belle, soprattutto quando conosci persone e posti nuovi. Eravamo partiti con l’idea di una pizza veloce, Filo ed io, visto che la nostra Little Pippi si è fermata a dormire dai nonni. Poi abbiamo deciso di provare un posticino di cui più persone ultimamente mi avevano parlato, e parlato molto bene: l’Associazione Enogastronomica 213, a Capezzano Pianore, a metà strada tra le città di Pietrasanta e di Camaiore. Pur conoscendo bene o male gran parte dei ristoranti della Versilia (da buona forchetta quale sono!)…Mi domando…Come mai questo delizioso posto mi è, fino ad oggi, sfuggito!!!???

Il posto è un po’ nascosto e nessun cartello indica la destinazione; comunque è molto facile da raggiungere! La location è incantevole, in un antico fienile, ristrutturato con buongusto e molta fantasia, che ospita, al piano terreno, il ristorante e, al piano superiore, i locali di un delizioso bed and breakfast, con due camere da letto matrimoniali ed una bella suite. Il tutto è gestito a conduzione familiare da Eleonora, Giorgio e Mirco ed è aperto da circa un anno e mezzo. Ad accoglierci è un delizioso giardino pieno di piante aromatiche, rose e tante, tante piante grasse…Per me che amo le piante grasse è stato, da subito, un piacevole benvenuto. Appena entrati veniamo accolti da Eleonora, gentilissima padrona di casa! Respiri subito un’atmosfera piacevolmente familiare, calda, intima e accogliente; una gigantesca lavagna a parete indica i piatti del giorno cucinati fuori menù dallo chef. Ovunque arredi di casa, anche creati con materiale di recupero (bicchieri e porta candele, ad esempio, sono realizzati riciclando le bottiglie di vetro), luci, lampade e alle pareti, esposizioni d’arte di giovani artisti locali emergenti che colorano ancora di più l’atmosfera.

213 sala

I piatti sono semplici ma ricercati, cucinati con cura e, si sente e si vede, con grande amore. La nostra scelta per la serata (da un menù contenuto nella copertina plastificata di un Dylan Dog…Per me è stata la ciliegina sulla torta!): spaghetti acciughe, pinoli e finocchietto e ravioli di branzino con fave e pecorino sardo; carciofi ripieni e nido di macinato, pecorino e patata, avvolto nella pancetta croccante con friggitelli; puntarelle alla romana e radicchio tardivo al forno; cheesecake e tiramisù dissociato; due caffè decaffeinati corretti a sambuca; una bottiglia di acqua e una di Lessini Durello Spumante metodo classico…Porzioni generose e buon rapporto qualità-prezzo (€ 80…un prezzo adeguato che ultimamente in Versilia è piuttosto raro trovare!) Inoltre, servizio veloce e competente e gentilezza di tutto il personale che, a fine cena, ci ha fatto gentilmente conoscere ogni angolo di questo bellissimo posto.

213 menu

     213 lampada

E come in ogni ambiente accogliente, fanno compagnia un dolcissimo gatto che ama le coccole di tutti e che, ho capito, adora dormire sul grande divano coperto da numerosi cuscini che si trova all’ingresso, un canino bianco riccioloso che porta in giro i suoi giochini gommosi…e c’è pure uno squalo gonfiabile che volteggiava tranquillo per le stanze!213 bottiglie

Che dire…una grande scoperta! Non vedo l’ora che arrivi la bella stagione per poter godere di tutte le gustose pietanze anche nella splendida cornice del giardino esterno!

Links :

Associazione Enogastronomica 213

Come arrivare:

 

ISCRIVITI AL BLOG E RICEVI LA NEWSLETTER CON LE NUOVE RICETTE PUBBLICATE !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*